0
Carrello
Pagina iniziale / Legale

Legale

Legalità della cannabis a basso contenuto di THC e CBD

I prodotti di cannabis con un contenuto di THC inferiore all’1% non sono soggetti alla legge sugli stupefacenti in Svizzera e sono quindi sempre più sfruttati commercialmente. In particolare, i prodotti con il principio attivo non inebriante CBD stanno guadagnando importanza.

Cannabis a basso THC

La cannabis o i prodotti derivati che hanno un contenuto medio di THC totale di almeno l’1% sono proibiti dalla Narcotics Schedule Ordinance (BetmVV-EDI). Tuttavia, ci sono vari prodotti di cannabis a basso contenuto di THC che non sono soggetti al Narcotics Act perché hanno un contenuto di THC inferiore all’1%. Oltre alle materie prime come i fiori di canapa o la polvere, questi includono prodotti lavorati come estratti sotto forma di oli o paste, capsule offerte all’ingrosso, così come prodotti pronti all’uso come integratori alimentari, liquidi per sigarette elettroniche, sostituti del tabacco, oli profumati, gomme da masticare e unguenti, alcuni dei quali sono offerti come prodotti di cura.

La produzione e la vendita di prodotti a base di cannabis a basso contenuto di THC è recentemente aumentata considerevolmente, sollevando varie questioni sanitarie e legali. Anche se questi prodotti non sono coperti dal Narcotics Act, non possono essere distribuiti e pubblicizzati a volontà. A seconda della categoria del prodotto, la legge sugli agenti terapeutici, la legge sulle derrate alimentari o la legge federale sulla sicurezza dei prodotti si applicano al loro sfruttamento industriale. Per far conoscere il quadro giuridico, Swissmedic, l’Ufficio federale della sanità pubblica, l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria e l’Ufficio federale dell’agricoltura hanno perciò prodotto un leaflet.

Cannabidiol (CBD)

Ci sono più di 80 cannabinoidi e oltre 400 altri principi attivi nella pianta di canapa. I cannabinoidi più importanti sono il tetraidrocannabinolo intossicante (THC) e il cannabidiolo non intossicante (CBD), che riduce anche l’effetto psicotropo del THC. Il CBD non è soggetto alle leggi sugli stupefacenti.

Tra i prodotti di cannabis a basso contenuto di THC, quelli con un maggiore contenuto di CBD stanno guadagnando importanza. L’offerta cresce rapidamente e la domanda aumenta. Le discussioni includono possibili effetti terapeutici come quelli antiossidanti, antinfiammatori, anti-convulsivi, antiemetici, ansiolitici o antipsicotici. Tuttavia, l’effetto medico del CBD è attualmente solo insufficientemente studiato.

Allo stesso modo, c’è un dibattito tra gli esperti sul fatto che la cannabis con un alto contenuto di CBD e meno dell’1% di THC possa essere usata come prodotto sostitutivo nella riduzione del danno o nel trattamento del consumo problematico di cannabis.

1